Domande frequenti

Non riportiamo comunicazioni al riguardo perché, come afferma una sentenza del Giurì dell’Autodisciplina Pubblicitaria,  le diciture “stop ai test su animali garantito da LAV” e “non testato su animali” sono sicuramente in contrasto con il Codice (Regolamento UE n. 355 del 10.07.2013), in quanto possono lasciare intendere al consumatore che altri prodotti cosmetici sperimentano sugli animali, quando invece ciò è vietato per legge. Anche il riferimento a LAV è secondo il Giurì irrilevante, in quanto il messaggio viene decodificato non come adesione di tipo ideologico alla proposta generale di bandire i test sugli animali anche al di fuori del settore cosmetico, ma come pregio specifico del prodotto.

Giurì dell’Autodisciplina Pubblicitaria – sentenza N- 94/2016 del 14.02.2017
http://www.iap.it/2017/02/n-942016-del-14022017/

 

Dall’11 marzo 2013 è entrato in vigore, con il nuovo Regolamento cosmetico n.1223/2009, il divieto totale, in tutta l’Unione Europea, di testare e commercializzare ingredienti e prodotti cosmetici sperimentati su cavie. Dopo un lungo iter di divieti graduali, durato quasi 20 anni, è quindi finalmente arrivato il NO ufficiale a tutti i test sugli animali nel settore cosmetico.

Bios Line non effettua e non ha mai effettuato test sugli animali (né sulle materie prime, né sui prodotti finiti – L. 713/86 e succ. mod.). Per garantire al Consumatore la qualità, l’efficacia e la sicurezza dei suoi prodotti, Bios Line utilizza metodi alternativi ai test sugli animali, effettuando test in vitro o dermatologici in collaborazione con le migliori Università italiane. Un impegno che si esprime anche attraverso il concreto sostegno alla ricerca di metodi che non includano l’uso di animali nei test di sicurezza e tossicità promossa dal Fund for the Replacement of Animals in Medical Experiments (FRAME – www.frame.org.uk).

 

Riguardo all’assenza di Nickel nei prodotti cosmetici, per correttezza teniamo a precisare che è praticamente impossibile evitare completamente la presenza di questo minerale, perché è contenuto in tracce nell’acqua e nei miscelatori in acciaio dove vengono preparati i prodotti. Proprio per questo BiosLIne ha scelto di promuovere i suoi prodotti cosmetici come “Nickel Tested”.
Significa che ogni lotto di produzione dei prodotti cosmetici BiosLine Nickel Tested vengono sottoposti ad analisi per il Nickel.

In questo particolare periodo, a causa dei livelli ormonali che si instaurano durante l’allattamento, la cellulite diventa più evidente ed è molto difficile perdere peso: la prolattina, infatti, determina una forte ritenzione di liquidi, condizione indispensabile per la produzione di latte. Generalmente, gli specialisti sconsigliano di iniziare una dieta ipocalorica e/o un programma di esercizio fisico mirati al dimagrimento finché una donna allatta, perché la produzione di latte potrebbe essere compromessa.
E anche per quanto riguarda sia il trattamento cosmetico che l’integrazione alimentare, per le stesse ragioni sopra esposte, Le consiglio di rinviarne l’impiego alla fine dell’allattamento: i prodotti anticellulite/snellenti producono sempre un drenaggio dei liquidi presenti nei tessuti, controproducente per la produzione di latte.

La pelle di una donna durante la gravidanza, a causa del particolare livello di alcuni ormoni, diventa più sensibile e suscettibile di manifestare reazioni di sensibilizzazione.
Pertanto, prodotti come quelli contro gli inestetismi cutanei della cellulite, che hanno un’azione stimolante a livello cutaneo, potrebbero creare arrossamento e prurito.
Consigliamo dunque, in questo caso, Cell-Plus Crema Rassodante della linea Corpo Perfetto, da applicare su pancia, fianchi e seno per prevenire la comparsa delle smagliature. Ha un effetto elasticizzante e può essere usata più volte al giorno.
Inoltre, bisogna tenere presente che, in gravidanza e durante l’allattamento, è del tutto normale che aumenti la ritenzione di liquidi nei tessuti a causa degli ormoni. Anzi, sarebbe controproducente sottoporsi a trattamenti di qualsiasi natura per ridurre il volume dei liquidi nei tessuti: la donna ha bisogno di accumulare liquidi per il continuo ricambio del liquido amniotico e, in seguito, per produrre latte.

I coloranti per capelli possono causare gravi reazioni allergiche, per questo si raccomanda di leggere e seguire le istruzioni. Come riportato in astuccio,  eseguite il test di sensibilità 48 ore prima di ciascuna applicazione. Per sapere come effettuare il test, leggere attentamente le istruzioni riportate sul foglio presente all’interno di ciascuna confezione e descritte nella FAQ “Prima di fare la tinta – Come si esegue la prova di sensibilità?”.

In caso di reazione durante l’applicazione come ad esempio prurito intenso, bruciore o eruzioni cutanee, interrompere subito l’utilizzo del prodotto e risciacquare immediatamente con abbondante acqua tiepida. In questo caso, prima di ritentare una colorazione, consultate un Dermatologo.

Tutti i prodotti della linea BioKap Nutricolor sono “Nickel Tested”, come riportato su ciascuna confezione.
I prodotti finiti di ogni lotto di produzione vengono sottoposti ad analisi, che hanno sempre evidenziato una quantità massima di Nickel di molto inferiore al limite di sicurezza di 1 ppm (<0,0001%), al di sotto del quale gli studi clinici non hanno mai evidenziato reazioni allergiche a tale elemento. In ogni caso è necessario eseguire una prova preliminare di sensibilità, 48 ore prima di utilizzare il prodotto.

Sì, è possibile usare BioKap Nutricolor sui capelli colorati scegliendo un colore molto simile a quello dei capelli già colorati se è necessario ritoccare le radici, oppure un colore più scuro di quello che avete se volete cambiare il colore dei vostri capelli.  In presenza di un’elevata percentuale di capelli bianchi, per una copertura ottimale, usare un colore di una tonalità più scura del colore dei vostri capelli.
Come per qualsiasi colorazione, consigliamo di attendere almeno 4/5 settimane tra una colorazione e l’altra.

Prima di tutto è necessario eseguire la prova di sensibilità 48 ore prima di ogni applicazione. La tinta può essere applicata ma non possiamo garantire l’esito della colorazione in quanto il trattamento già fatto può far virare il colore finale della prima applicazione rispetto a quello desiderato. Successive applicazioni, distanziate di 1 un mese, permetteranno di raggiungere il colore desiderato. Consigliamo comunque di scegliere nuance che non abbiano riflessi rossi e di eseguire una prova su una ciocca dietro la nuca per verificare l’esito della colorazione. Sconsigliamo l’applicazione delle tinte Nutricolor Delicato+.

 

Nel caso in cui il colore scelto sia di uno/due toni più scuro rispetto al colore naturale si può procedere con una schiaritura utilizzando la Crema Schiarente BioKap Nutricolor Delicato; nel caso in cui il colore scelto sia di uno/due toni più chiaro si può procedere applicando una tinta di tono più scuro. Prima di eseguire tutti questi aggiustamenti è opportuno attendere 4-5 settimane dall’esecuzione della prima colorazione. Nel caso in cui il colore scelto sia molto più chiaro o molto più scuro conviene rivolgersi al proprio parrucchiere.

La Crema Schiarente va applicata come BioKap Nutricolor Tinta, con alcuni piccoli accorgimenti:
– per schiarire tutti i capelli di 1-2 toni: applicare su tutta la lunghezza del capello lasciando in posa 30/40 minuti;
– per ottenere colpi di luce: applicare su piccole ciocche con l’apposito applicatore, avvolgere con carta di alluminino e lasciare in posa per 30 minuti.

Alcune indicazioni: se il vostro colore naturale è
– biondo scuro i vostri capelli diventeranno biondo chiaro
– castano, i vostri capelli diventeranno castano chiaro
– rosso, fate attenzione in quanto il colore potrebbe virare verso l’arancio
– castano scuro/nero, l’applicazione è sconsigliata.

Per una corretta applicazione il tempo di posa è di un totale di 35 minuti. Si consiglia di applicare la tinta sulla ricrescita, lasciandola in posa per circa 20 minuti e, successivamente, di distribuirla sulla lunghezza del capello lasciandola in posa per altri 15 minuti.

Di solito consigliamo di aspettare 5-6 settimane prima di ripetere l’applicazione, ma i tempi possono variare in base alla velocità di ricrescita del capello.

Qualora non si trovasse nell’ambito della gamma di nuances Nutricolor e Nutricolor Delicato proposte quella che meglio soddisfa le proprie esigenze, è possibile miscelare tra loro nuance diverse. Le 4 nuove nuance BioKap Nutricolor Delicato + invece non possono essere miscelate.

Ricordiamo che eventuali residui di tinta già preparata e pronta per l’uso non possono essere conservati e utilizzati in un secondo momento. Va comunque sempre effettuata la prova di sensibilità cutanea 48 ore prima di ogni applicazione, da realizzare tassativamente anche se avete già utilizzato un prodotto colorante di questa o di un’altra marca, poiché la sensibilità individuale alle sostanze coloranti può variare nel tempo. È opportuno fare una prova preliminare per verificare la colorazione finale. Si procede miscelando quantità variabili, a seconda del risultato che si vuole ottenere, dei tubi dei colori prescelti nello stesso flacone Nutrifix Rivelatore del Colore.

La colorazione se ne va con i successivi lavaggi. Per non macchiarsi, comunque, si può applicare accuratamente sul contorno del cuoio capelluto la crema barriera fornita in omaggio all’interno della confezione, o un’altra crema grassa.

In questo caso bisogna sciacquare immediatamente, e a lungo, con abbondante acqua.

Il prodotto NON va utilizzato per tingere ciglia, sopracciglia, barba e baffi; è stato formulato appositamente per la colorazione dei capelli.

Le tinte BioKap garantiscono la copertura dei capelli bianchi sin dalla prima applicazione; per ottenere risultati ottimali consigliamo quanto segue:
– con meno del 50% di capelli bianchi, utilizzate una nuance simile alla Vostra per mantenere il Vostro colore
– con più del 50% dei capelli bianchi, utilizzate una nuance di tonalità più scura per raggiungere il Vostro colore.

I prodotti coloranti per capelli non vanno applicati in caso di:
– precedente reazione alle tinte;
– cuoio capelluto sensibile, irritato, danneggiato o in presenza di eruzioni cutanee al viso;
– reazioni dopo un tatuaggio temporaneo con henné nero.
Inoltre, tali prodotti, non sono destinati ad essere applicati su persone di età inferiore a 16 anni.

Si miscela una piccola quantità di colore BioKap Nutricolor Crema Colorante con una dose uguale di Nutrifix Rilevatore del Colore in emulsione; come contenitore si può usare un coperchio, un bicchiere di carta o una tazzina da caffè.
Con un cottonfioc si applica dietro l’orecchio o nell’incavo del gomito un piccolo quantitativo di prodotto, sufficiente a coprire una superficie di dimensione pari a circa 1 cm quadrato.
Si ripete l’operazione per due o tre volte, lasciando asciugare nell’intervallo. Poi si richiude con cura il tubo della crema colorante e il flacone dell’emulsione Nutrifix e si aspettano 48 ore senza lavare, coprire o toccare.
Se durante questo periodo compaiono prurito, arrossamento o altre anomalie cutanee, non utilizzare il prodotto e rivolgersi ad un dermatologo prima di tentare nuovamente qualsiasi colorazione.
Il test di sensibilità è una precauzione ragionevole che può ridurre, ma non annullare, anche in caso di esito negativo, il rischio di una reazione allergica. Se dopo tale periodo non sono comparsi prurito, rossori o gonfiori, applicare il prodotto BioKap Nutricolor Tinta.

Non senza aver fatto prima la prova di sensibilità. Ogni tinta è diversa e visto che ci possono essere delle allergie anche ai prodotti più innocui come alcuni alimenti (noci, pomodoro ecc.) è indispensabile eseguire la prova di sensibilità 48 ore prima di ogni applicazione; va assolutamente fatta, anche se avete già utilizzato un prodotto colorante di questa o di un’altra marca, poiché la sensibilità individuale alle sostanze coloranti può variare nel tempo.

Per quanto riguarda l’impiego delle nostre tinte per capelli in gravidanza, raccomandiamo di seguire il consiglio del ginecologo.
Infatti, nonostante gli ingredienti siano selezionati per garantire un’elevata tollerabilità cutanea, bisogna considerare che durante la gravidanza la sensibilità della pelle è maggiore e quindi c’è un aumentato rischio di una reazione di sensibilizzazione o di allergia anche in donne che non hanno mai avuto problemi del genere.
Per questo motivo, noi sconsigliamo l’applicazione di qualsiasi tinta per capelli nel primo trimestre di gravidanza e, per quanto riguarda gli altri mesi, ci rimettiamo al parere del ginecologo: alcuni consigliano l’uso di tinte naturali a partire dal 4° mese, altri le consigliano solo dopo la gravidanza e l’allattamento.

No. Si consigliano cicli di 3 mesi e 1-2 mesi di sospensione. Per tutti gli integratori consigliamo sempre di fare dei cicli anche per non avere una dipendenza psicologica.

No, Ansistop e’ un integratore e come tale non dà abitudine.

No, non ci sono dati di sicurezza sull’uso di Magnolia /L-Teanina in gravidanza, per cui l’uso di Ansistop in gravidanza è sconsigliato.

Dai 14 anni. Sotto i 14 anni è consigliato VitaCalm Buonanotte Gocce, 40 gocce/die, con principi vegetali indicati anche in età pediatrica.

No, Ansistop non dà sonnolenza né calo di attenzione.

Sì, Ansistop contribuisce al rilassamento riducendo sensazioni come paura e agitazione, permettendo un approccio più “rilassato” agli impegni più importanti.

Sì; consigliamo 2 compresse un’ora prima di decollare e altre 2 compresse al decollo. Ansistop contribuisce al rilassamento senza dare sonnolenza, né calo di attenzione.

Sì, Ansistop è un integratore, comunque deve essere preso  lontano dal farmaco. Grazie al contenuto di Melissa, svolge un’azione rilassante generale. È consigliabile assumerlo almeno a 4 ore di distanza dal farmaco.

Sì, non ci sono interazioni tra i due prodotti.

Sì, Ansistop non dà sonnolenza né calo di attenzione.

il laboratorio
il laboratorio

Verifiche di stabilità, chimico/fisiche e qualitative con l’impiego delle più avanzate strumentazioni.

test avanzati
test avanzati

Vengono effettuati i test ELISA per la ricerca del glutine e quello per la ricerca del nickel.

i principi attivi
i principi attivi

L’obiettivo è quello di preservare ed esaltare la purezza e l’efficacia dei principi attivi.

qualità per natura
qualità per natura

Professionalità, entusiasmo e passione sono la chiave della riuscita dei nostri prodotti.

Vuoi chiedere un consiglio al nostro esperto?