Consigli per stare bene

La Vitamina C è la Vitamina dell’Inverno

4 min

Oggi parleremo del più importante alleato per il nostro benessere in inverno: la Vitamina C.

Le sue molteplici proprietà sono note da molti secoli, in primis la sua efficacia nel prevenire e trattare lo scorbuto, malattia particolarmente grave che colpiva i marinai nei lunghi mesi in nave dove una dieta povera o assente di questa vitamina portava ad anemia, debolezza, dolori muscolari, febbre, perdita di peso ed emorragie gengivali. Alla base dello scorbuto vi è l’impossibilità da parte del nostro organismo di sintetizzare la vitamina C, che quindi deve essere introdotta attraverso la dieta.

Capite bene dunque l’importanza di una sana alimentazione, con la possibilità in alcuni periodi più o meno lunghi dell’anno, di una integrazione per favorire il nostro benessere. Questo perché mentre lo scorbuto nei paesi occidentali per fortuna è raro, ci sono molte altre situazioni dove questa vitamina diventa fondamentale.

Innanzitutto, il ruolo principale della Vitamina C è quello antiossidante, ovvero di protezione e prevenzione dei danni ossidativi a molecole biologiche, come le proteine e gli acidi nucleici. Come sappiamo, i radicali liberi sono molecole che presentano un elettrone spaiato, caratteristica che li rende particolarmente reattivi causando ossidazione delle molecole biologiche e portando danni alle cellule. Di recente alcuni studi hanno evidenziato in modo particolare quanto sia necessario l’utilizzo di un’integrazione di vitamina C per quei soggetti sottoposti a continuo stress ossidativo come per esempio i fumatori. In questo caso la raccomandazione è di prendere la vitamina C tutti i giorni senza fare interruzioni, in modo da limitare il più possibile i danni dovuti all’inalazione dei prodotti di combustione della sigaretta.
Inoltre aiuta la stabilizzazione del ferro a livello intestinale e quindi un suo maggior assorbimento, favorendo la riduzione di ferro ferrico a ferroso. Motivo per cui qualunque integrazione di ferro in caso di sideropenia va sempre accompagnata ad una buona dose di vitamina C, altrimenti si rischia che l’integrazione non abbia l’efficacia necessaria.

Ricordiamo anche la funzione di favorire le difese dell’organismo, motivo per cui il suo utilizzo è maggiore durante il periodo invernale e si può integrare in associazione ai trattamenti per i sintomi di disturbi da raffreddamento.

Infine non dimentichiamo la capacità di migliorare la produzione di collagene, importante componente della pelle, dei vasi sanguigni e dei legamenti. Aiuta a mantenere in buona salute denti, ossa e cartilagini, oltre ad avere un importante effetto antiage per quanto riguarda il fattore prettamente estetico.

Soggetti diversi possono avere diverse esigenze di integrazione della Vitamina C,
per questo è indispensabile trovare la formula più adatta.

Quello che presenta la più alta concentrazione di vitamina C è il C 1000mg TRE-TARD, che appunto contiene 1 g di Vitamina C, pari al 1250% del valore nutritivo di riferimento.

La particolarità di questo prodotto è soprattutto la compressa, formulata in tre strati che consentono un rilascio di Vitamina C graduale per permettere l’assorbimento ottimale da parte dell’organismo.

Il primo strato si disgrega più velocemente e in 30 minuti dall’assunzione rilascia 250 mg. Il secondo strato rilascia altri 250 mg tra i 30 minuti e le 2 ore dopo l’assunzione.

L’ultimo strato infine libera gli ultimi 500 mg tra le 2 e le 8 ore dopo aver preso la compressa. Questo fine meccanismo è spesso utilizzato per i farmaci retard, quando abbiamo bisogno che un’unica compressa riesca a coprire diverse ore di attività in modo graduale. Il fatto che questa tecnologia venga usata per un integratore non è così frequente e aumenta di molto il valore biologico di questo prodotto.

Si tratta come visto di un dosaggio elevato, che quindi è adatto ad essere preso quotidianamente da chi è maggiormente esposto a condizioni che generano grandi quantità di radicali liberi, come ad esempio i fumatori. Inoltre va molto bene per alcuni periodi di maggior richiesta come per esempio stati influenzali o di calo delle difese immunitarie. Dal momento che si tratta di un prodotto retard, è sufficiente 1 compressa al giorno da prendersi lontano dai pasti.


Il secondo prodotto di cui vi parlerò è il SUPER C 500mg, che si differenzia dal primo sia per il dosaggio (500 mg vs 1000 mg) sia per l’origine della vitamina C presente.

Infatti, mentre la prima è di sintesi, questa deriva da Rosa Canina e Camu Camu, per un totale di 500 mg di Vitamina C, pari al 625% del valore nutritivo di riferimento. Vediamo nel dettaglio i componenti.

Il Camu Camu è un frutto molto acido, proveniente da una pianta che cresce nella foresta pluviale brasiliana e peruviana, e contiene un’altissima percentuale di vitamina C.

Al suo interno sono presenti anche bioflavonoidi e alcuni aminoacidi (leucina, valina e serina), che contribuiscono ad ampliare ed estendere le proprietà di questo frutto.

La Rosa Canina è una rosa selvatica che si presenta come arbusto molto spinoso, diffusa nelle zone temperate. Le sue bacche sono anch’esse molto ricche di vitamina C e flavonoidi, antiossidanti, che hanno la funzione di favorire l’assorbimento della vitamina.

Anche in questo caso la dose consigliata è di 1 compressa al giorno lontano dai pasti.


L’ultimo prodotto, la Vitamina C Masticabile, è quello più versatile e grazie alla sua forma farmaceutica (in compresse masticabili dal gradevole gusto di amarena) e il suo dosaggio, è adatto a tutta la famiglia, quindi gli adulti potranno prendere 2 tavolette al giorno, mentre per i bambini sotto i 12 anni è sufficiente una.

La fonte di principio attivo è in questo caso è l’Acerola, pianta della famiglia delle Rosaceae originaria dell’America Centrale. Il frutto è piccolo e rotondo, da cui il soprannome di “ciliegia delle Indie” e matura dopo circa tre settimane dalla fioritura.

E’ nota fin dall’antichità per le sue proprietà benefiche, ha un elevato contenuto di vitamina C. Contiene anche Vitamina A e B, flavonoidi,acidi organici, carotenoidi e minerali, che contribuiscono a migliorare l’attività antiossidante.

Una tavoletta apporta 180 mg di vitamina C, pari al 225% del valore nutritivo di riferimento, utile se preso regolarmente.

Tutti e tre i prodotti sono senza glutine, senza lattosio e adatti ai vegani.

Ci sono molti studi sia recenti sia passati che hanno dimostrato quanto sia utile un’integrazione di questa vitamina, soprattutto nella stagione invernale, ma non solo. Un periodo di forte stress, un abbassamento delle difese dovuto a terapie antibiotiche o cortisoniche prolungate, oppure se si è forti fumatori, sono tutte condizioni che possono necessitare di un’integrazione per un periodo più o meno lungo, in modo da mantenere al meglio i meccanismi antiossidanti dell’organismo che ci proteggono da molteplici aggressioni, sia interne che esterne.
In collaborazione con Elena Rossi di
condividi
Vuoi ricevere tutti i nostri consigli stagionali?