Piante e ingredienti

Un alleato chiamato Cranberry

< 1 min

Cranberry, alleato delle vie urinarie

BISOGNEREBBE AVERE L’OCCASIONE DI ANDARE IN MASSACHUSSETTS AD OTTOBRE QUANDO, NELLO STESSO PERIODO DELLA FAMOSA ESTATE INDIANA, SI PROCEDE ALLA RACCOLTA DEL CRANBERRY, IL MIRTILLO ROSSO AMERICANO.

Allora i campi, dove è coltivato questo piccolo arbusto, vengono inondati d’acqua cosicché le bacche salgono a galla, trasformando le piantagioni in spettacolari laghi rossi. Per gli americani è una vera e propria festa, la Cranberry Harvest Celebration, che richiama migliaia di persone da tutti gli Stati Uniti, perché questa bacca, oltre ad essere uno dei tre unici frutti nativi, è un simbolo della cucina americana, da sempre apprezzato anche per le sue proprietà benefiche.

Fra queste la più nota è sicuramente la sua efficacia contro i disturbi alle vie urinarie.

I ricercatori hanno indagato anni per scoprire quali fossero le sostanze responsabili di questa attività e solo nel 1998 hanno individuato nelle Proantocianidine di tipo A o PAC-A i componenti capaci di contrastare i disturbi più noti delle vie urinarie.

In natura, infatti, esistono anche le Proantocianidine di tipo B che sono presenti, oltre che nel mirtillo americano, anche in altri frutti, ma non hanno le stesse proprietà del tipo A.

Per questo è stata messa a punto una particolare metodica, che consente di identificare e quantificare il reale contenuto di PAC-A rispetto a quello di PAC-B, per accertare che l’estratto utilizzato sia effettivamente in grado di contrastare i disturbi delle vie urinarie.

condividi
Vuoi ricevere tutti i nostri consigli stagionali?