Consigli per stare bene

Quando l’intestino fa il difficile

< 1 min

Per aiutare l’intestino pigro, Buonerbe Forte Sciroppo

NE SOFFRONO 13 MILIONI DI ITALIANI DI CUI PIÙ DEI DUE TERZI SONO DONNE.
La stitichezza è infatti uno dei disturbi più diffusi e la causa maggiore è lo stile di vita attuale: troppo sedentario, spesso stressante, con un’alimentazione che di frequente è carente di fibre. L’attività fisica è fondamentale, perché favorisce i movimenti peristaltici che stimolano il transito e l’eliminazione delle scorie. Altrettanto importante è bere 1,5 – 2 litri di acqua al giorno e, a scapito delle proteine animali e delle farine bianche, incrementare l’assunzione di verdura, frutta e cereali integrali che permettono di apportare una maggiore quantità di fibre nell’intestino: le fibre facilitano l’evacuazione perché fanno massa e rendono più morbide le feci. Se tutto questo non è sufficiente, può essere utile ricorrere all’aiuto di alcune piante specifiche come la Senna, che stimola le contrazioni muscolari, la Frangula, che favorisce la peristalsi senza irritare, la Malva, le cui mucillagini agevolano l’eliminazione delle feci, la Manna e la Prugna, che favoriscono la consistenza delle feci.

Anche l’emotività conta Lo stress e le tensioni nervose in generale possono favorire la stipsi. A livello psicosomatico, infatti, questo disturbo è collegato al timore di lasciarsi andare e alla paura di trovarsi in un ambiente ostile. Non a caso a soffrire di stitichezza sono spesso coloro che viaggiano o, trascorrendo molto tempo fuori casa, sono costretti a utilizzare i bagni pubblici.

condividi
Vuoi ricevere tutti i nostri consigli stagionali?