Consigli per stare bene

Per combattere il gonfiore e la tensione post pasto

< 1 min

PROBLEMI DI DIGESTIONE E GONFIORE ?

Occorre fare attenzione anche a come si accostano i cibi.

“Per non appesantire la digestione, è importante evitare gli eccessi, mangiare con calma masticando bene e limitare gli alimenti dolci che, oltre ad aumentare l’apporto calorico, fermentano molto facilmente.”

I pranzi del periodo festivo mettono a dura prova il nostro apparato digerente. Si tende a mangiare di più e ad accostare alimenti che spesso non vanno d’accordo, il che obbliga lo stomaco a un lavoro ancora più impegnativo per degradare gli alimenti nei loro componenti fondamentali (monosaccaridi, aminoacidi e acidi grassi).

Il risultato è che la digestione rallenta, diventa particolarmente laboriosa e di conseguenza si può avvertire bruciore, gonfiore, pesantezza e anche nausea o vomito. Per contrastare questi problemi e favorire la corretta demolizione dei cibi, si può ricorrere ad alcuni enzimi specifici, come quelli che si ottengono naturalmente dal processo di fermentazione dell’Amido di Riso. Sono 32 e costituiscono un vero e proprio pool mirato alla digestione dei macronutrienti.

Altrettanto utile è l’alfa-Galattosidasi, un enzima in grado di favorire la digestione dell’amido contenuto nei legumi che, fermentato dalla flora batterica intestinale, può causare gonfiore e flatulenza.

condividi
Vuoi ricevere tutti i nostri consigli stagionali?