Consigli per stare bene

Mirtillo rosso per la salute delle vie urinarie

3 min

Durante la stagione estiva, il nostro stile di vita e le abitudini quotidiane cambiano e lasciano spazio a momenti di relax e di spensieratezza. Proprio in estate, il caldo, l’umidità e la maggiore sudorazione possono causare disturbi alle vie urinarie.

L’infezione alle vie urinarie è molto frequente soprattutto tra le donne: colpisce almeno una donna su due e circa l’80% delle donne ne ha sofferto almeno una volta nella vita. I sintomi tipici della cistite sono dolore al basso ventre, bruciore e stimolo frequente ad urinare.

Possono presentarsi anche d’inverno quando l’organismo ha un calo delle difese immunitarie, ma sono molto più frequenti d’estate a causa del caldo e dell’umidità. A favorirli, oltre la conformazione anatomica femminile, sono l’abitudine a bere poco, la tendenza a trattenere la pipì e un’inadeguata igiene intima.

A causare la comparsa dei disturbi alle vie urinarie è principalmente l’Escherichia coli, un batterio che, abitualmente presente nell’intestino, ha la capacità di risalire l’uretra e aderire alle cellule che rivestono la vescica, innescando i vari tipi di disturbi. Facendo molta pipì si favorisce l’eliminazione dei microrganismi colpevoli, che generalmente provengono dall’area genitale esterna o dall’intestino come l’Escherichia coli, cui si devono ben l’85% dei casi.

RIMEDI NATURALI

Per combattere questo fastidio e prevenirne la ricomparsa, il primo consiglio utile è bere circa 2 litri di acqua al giorno. La giusta idratazione faciliterà l’eliminazione dei batteri intestinali.

Per contrastare l’infiammazione alle vie urinarie è molto importante anche curare l’igiene intima e utilizzare un detergente specifico. Sarebbe meglio evitare di tenere addosso il costume bagnato per un tempo eccessivo e utilizzare assorbenti interni o indumenti aderenti e in materiale sintetico perché l’umidità favorisce il proliferare dell’Escherichia coli. Anche il contatto diretto con la sabbia potrebbe facilitare l’insorgenza di disturbi alle vie urinarie.

In aggiunta al bere molta acqua al giorno, seguire un’alimentazione più sana ed equilibrata può essere un altro espediente utile. Sarebbe meglio limitare gli alcolici, il caffè, i cibi piccanti, i fritti, gli insaccati e i dolci perché alterano il ph urinario. Può aiutare mangiare cibi che possono acidificare le urine come prugne, limoni e mirtilli.

 

IL MIRTILLO ROSSO

Il mirtillo è uno dei rimedi naturali maggiormente indicati in caso di infezione alle vie urinarie. In questi ultimi anni si è rivelato molto utile soprattutto l’uso di una particolare bacca della famiglia dei mirtilli: il mirtillo rosso americano, meglio conosciuto come Cranberry.

–         BENEFICI MIRTILLO

Il Cranberry (Vaccinium macrocarpon Aiton) è un piccolo arbusto originario del Nord-America che cresce nei terreni marginali e paludosi. I benefici del mirtillo derivano dalle particolari sostanze in esso contenute. Il frutto è ricco di sostanze zuccherine, ma soprattutto di polifenoli, tra cui le Proantocianidine (PAC). Queste sostanze hanno la capacità di impedire ai batteri, in particolare agli Escherichia coli, di aderire alla mucosa della vescica, evitando in questo modo la loro crescita e quindi lo sviluppo dell’infezione.

Non tutte le PAC hanno però effetto sugli Escherichia coli: solo le Proantocianidine di tipo A, caratteristiche del Cranberry, svolgono un’attività riconosciuta nei confronti del batterio. Invece, quelle di tipo B, che si trovano anche in altre specie vegetali, non risultano attive. Per questo è importante avere un fitocomplesso – cioè un estratto da una pianta o parte di essa contenente un insieme di sostanze con attività funzionale – ricco di Proantocianidine di tipo A.

–         LA CRANBERRY HARVEST CELEBRATION

Il succo di Mirtillo rosso americano era già utilizzato come rimedio naturale dagli Indiani del nord America per contrastare i disturbi delle vie urinarie. Ogni anno in Massachusetts durante il mese di ottobre si procede proprio alla raccolta del cranberry. I campi dove è coltivato questo piccolo arbusto vengono inondati d’acqua, così le bacche salgono a galla e trasformano le piantagioni in bellissimi laghi rossi.

 Questa ricorrenza è una vera e propria festa per gli americani: la Cranberry Harvest Celebration. Richiama ogni anno migliaia di persone da tutti gli Stati Uniti, perché questa bacca, oltre ad essere uno dei tre unici frutti nativi, è un simbolo della cucina americana, da sempre apprezzato anche per le sue proprietà benefiche.

I ricercatori hanno indagato anni per scoprire quali fossero le sostanze responsabili dei benefici dei mirtilli contro i disturbi alle vie urinarie. Solo nel 1998 hanno individuato nelle Proantocianidine di tipo A o PAC-A i componenti capaci di contrastare i disturbi alle vie urinarie. 

 

condividi
Prodotti consigliati da Bios Line...
+
NeoCistin PAC-A Urto
Integratore con cranberry

NeoCistin® Protect è un integratore alimentare sviluppato dalla ricerca Bios Line con un estratto di Cranberry (Mirtillo Rosso Americano), utile per favorire le fisiologiche funzioni urinarie, ad alto titolo in ProAntoCianidine di tipo A (PAC-A), soprattutto nella loro forma dimerica e trimerica, a basso peso molecolare, quindi più assorbibili.

vai al prodotto
Vuoi ricevere tutti i nostri consigli stagionali?